Per Educatrice, accogliere i minori immigrati é vivere la fraternità nella diversità

Elena Baroni nata a Lucca  in Toscana Italia e da 25 anni é educatrice volontaria nella casa di Accoglienza per Minori “ nel villaggio del Fanciullo” in Lucca.

E' sposata con un marocchino .che pure lui é educatore dei minori nella stessa citta', negli ultimi cinque anni Elena si e' dedicata maggiormente ai minori stranieri non accompagnati. 

Da Lucca Elena há testimoniato alla stampa Scalabriniana  l’importanza del lavoro missionário delle Suore  scalabriniane, con i Minori, dell’esperienza personale e del Simposio ,Evento celebrato nella stessa citta’ di Lucca nello scorso Sabato 21 ottobre 2017.

L’evento e’ stato organizzato per ricordare la personalità e santità di Padre Marchetti che ha  svolto il suo ministero sacerdotale come missionário scalabriniano  in Brasile con i figli orfani degli emigrati italiani e africani .

Padre Giuseppe e’ morto a 27 anni di eta’ colpito dalla febbre tifoide . il missionário scalabriniano e’ ora nel cammino del processo di Beatificazione essendogli gia’ riconosciute dalla Chiesa le virtu’ eroiche.“La mia é un’esperienza molto bella  perche’ mi fa rimanere costantemente in contatto con persone differenti di noi, che vengono da molto lontano e che hanno la loro própria storia e la loro ricchezza da comunicare “dice lei .

Elena soggiunse “che la relazione di aiuto che si puo’ creare insieme a questi bambini e’ una relazione di scambio, di amicizia,di affetto.”

Una prova di contatazione e’ che quando arrivano i migrante, riconoscono in lei solo una educatrice ,un’insegnate, ma con il passar del tempo il laccio si stringe e si stabilisce un rapporto di fidúcia e confidenza, e per questo mi sento una sorella Maggiore,  una zia, un membro della  famiglia che riescono a costruire anche lontano dalla loro famiglia di sangue.

Presenza delle Scalabriniane

Baroni spiega che nella Diocesi di  Lucca vi sono due case  di accoglienza per minori che funzionano da molti anni  Il villaggio delFanciullo há gia’ 70 anni di attivita’  e la casa di accoglienza ,GVAI (grupo volontari accoglienza imigrati )há 30 anni .

Queste case sono state fondate per accogliere e accudire bambini ,figli di italiani nel dopo guerra ,orfani minori con necessita’ particolari , ma di fronte al’attuale fenomeno migratório e a partire dall’ascolto dei” segni dei tempi”, questi spazi  sono stati destinati totalmente all’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati.

 “Ora sta nascendo un fiore in piu’" spiega Elena, "cioe’la presenza delle suore missionarie Scalabriniane che abbiamo con noi nel villaggio del  Fanciullo (suor Adriana ) e nella comunita’ per i minori  immigrati  (suor Rosa ) e questa é una ricchezza per causa della  storia delle Scalabriniane, che e’ legata al  nostro território lucchese, Perché Padre Giuseppe Marchetti  era infatti di  Lombricci di Camaiore chesono nella provincia di Lucca.


Arrivo delle Suore per assumere la missione com i minori di Lucca 

Ancora secondo Elena, il Simposio, piu’ che infattizzare la figura di Padre Marchetti, celebra la sua missione educativa  in una linea di continuita’, perche’ la missione particolare delle Scalabriniane é nata per accompagnare i migranti e i bambini  italiani  che partivano soli o con la famiglia ,e che si trovavvano in un luogo sconosciuto.

 Oggi al contrario, noi, italiani ,stiamo facendo l’esperienza con tanti minori  stranieri,che vengono da noi e sono di diverse parti del mondo, dall’Albania, dalla Nigeria, dal Sri Lanca, Romania, Ucraina.

Si crea cosi’ una comunita’  di accoglienza, di fraternita’  e di multiculturalità. La condivisione  non é solo della língua,ma anche di religione,perche la maggioranza  dei giovani  e’ di religione non cristiana .

Vivere la fraterrnità nella diversità  é quello che io credo sia  la mia esperienza personale e delle suore missionarie Scalabriniane,  che stanno facendo parte della nostra grande famiglia.”

Fonte: Imprensa Scalabriniana

Tradução: Lina Guzzo 





Muiltimídia
Vídeo Hino de Madre Assunta CN Notícias: Em Brasília, congregação prepara beatificação de Madre AssuntaConvite para participação na Beatificação de Madre Assunta Encontro Formação Permanente Irmãs Missionárias Scalabrinianas 2015


  HOME

Nossa História

Congregação
Missão
Fundadores
Onde Estamos
Província

Formação

Pastoral Vocacional
Aspirantado
Postulando
Noviciado
Juniorato
Formação Permanente
Sócio-Pastoral

Ação Social
Migração

Educação

Rede de Educação Scalabriniana Integrada
Proposta Pedagógica
Unidades Escolares
Educação Cristã
CESPROM

CESPROM São Paulo
CESPROM Cambucí
CESPROM Vicente Carvalho
CESPROM Jundiaí

Saúde

Pastoral da Saúde
Hospital São José
Santa Casa de Misericórdia
Comunicação

Artigos Downloads
Boletim Partilhar é Viver
Galeria de Fotos
Galeria de Vídeos
Informativo MADRE ASSUNTA
Revista Esperança
Últimas Notícias

Fale Conosco